Il Giappone a San Paolo in Brasile

Il Giappone a San Paolo in Brasile

Si chiama Liberdade ed è il quartiere di San Paolo del Brasile dagli occhi a mandorla. Qui vive la comunità di giapponesi più grande fuori dal Giappone.

Sono circa 1 milione e mezzo di persone: i cosiddetti nikkey, ovvero i discendenti delle prime generazioni. Nel corso degli ultimi decenni, Liberdade ha accolto anche comunità di cinesi e coreani trasformando il quartiere nella Asian Town di San Paolo del Brasile.

Naturalmente, il quartiere è diventato uno dei punti turistici della città. La cultura, il folclore e la gastronomia sono infatti estremamente ricchi e per le strade di Liberdade non sembra nemmeno di essere in Brasile, addirittura, gli anziani non parlano neppure .il portoghese. I negozietti vendono prodotti importati dall´Oriente, mentre gli eleganti e ordinati ristoranti giapponesi si alternano alle più caserecce taverne cinesi.

Le cose da vedere sono diverse dal Mercatino di Liberdade, che si svolge ogni domenica dove si possono trovare oggetti d´artigianato e specialità culinarie di origine orientale anche se in gran parte influenzate dalla cultura brasiliana, al Tempio Busshinji Comunidade Soto Zen Shu. Il tempio buddista è aperto al pubblico e merita una visita!

Anche le manifestazioni non mancano.. ad aprile ad esempio come perdere ad aprile il festival Hanamatsuri: è il Festival dei Fiori realizzato insieme alla Congregazione buddista. La sfilata del grande elefante bianco che trasporta il piccolo Budda, oppure Tanabata Matsuri: è il Festival delle Stelle. Le strade del quartiere vengono adornate con il bambù ed altre decorazioni che rappresentano le stelle. I visitatori intanto scrivono i propri desideri.

Insomma un Brasile alternativo, oppure un Giappone alternativo? A voi la risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *