Masai Mara: Safari in Kenya

Masai Mara: Safari in Kenya

Il Masai Mara è il parco safari più famoso del Kenya e forse dell’intero continente africano. Non è molto grande, infatti si estende per “soli” 320 Km quadrati tra le pianure erbose del Serengeti e tra suggestive foreste di acacia popolate da un’infinità di scimmie.

Tutti dovrebbero avere la possibilità di mettere piede nel Masai Mara: le sue colline ricoperte da soffici prati, il fiume Mara pieno di ippopotami e la sua varietà di flora e di fauna vi proietteranno nel tipico ambiente safari, un paesaggio che avete già sicuramente ammirato in foto o in televisione. Ricordate il film “La mia Africa”? E’ stato girato qui, negli altipiani del Masai Mara e se deciderete di fare un giro da queste parti proverete delle sensazioni che non vi abbandoneranno per un bel pezzo, anche una volta rientrati in Italia.

Ogni anno questa zona è teatro della grande migrazione degli gnu, un milione di esemplari di spostano tutti insieme alla ricerca di nuovi pascoli. E’ incredibile la foga di questi animali che al galoppo attraversano la pianura: molti di loro muoiono schiacciati dai loro simili e altri ancora vengono aggrediti dai coccodrilli o annegano, mentre incuranti del pericolo attraversano il fiume.

Questa è anche la terra della tribù Masai, fatta da persone molto indipendenti che ancora oggi credono nelle tradizioni della loro terra e si considerano parte integrante del paesaggio che li circonda. Purtroppo avvicinare un vero Masai non è semplice visto che si stanno ritirando in regioni remote del parco e cercano di evitare il contatto con gli stranieri: se qualche guida turistica ve ne presentasse uno o se vi capitasse di vedere qualche spettacolo in cui i Masai sarebbero i protagonisti, state pur certi che quelli non sono veri Maasai, ma qualcuno pagato per imitarne il folklore.

Potrete vedere emozionanti scene di caccia, elefanti nervosi alla ricerca d’amore, leoni che pigramente si riposano nascosti nel bush, piccoli di coccodrilli che si allenano ad uccidere le prime zebre che incaute attraversano il fiume Mara.

Insomma come vivere l’Africa in tutta la sua primordiale bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *