Neonati e Bambini – Come affrontare un viaggio in Aereo

Se dovete affrontare un viaggio aereo verso la località di vacanza, o dovete volare per andare a trovare i parenti, non dovete avere paura delle reazioni dei vostri piccoli. Vi basterà tenere conto di alcuni piccoli accorgimenti, per trasformare uno spostamento obbligato in una esperienza unica per i vostri piccoli principi o principesse.

Questo vale sia per neonati che per bambini. Intanto conviene verificare la policy sull’età, presente sul regolamento della compagnia aerea che sceglierete per il volo. Alcune compagnie ( un esempio è Easyjet) non accettano a bordo neonati con meno di due settimane. Se invece questo non è il vostro caso , e potete attendere ben due settimane prima di affrontare un viaggio, allora non ci sono particolari problemi.

Per le compagnie di volo, i bambini vengono suddivisi solitamente per fasce di età, in “Enfant” e “Child”. Nel primo caso parliamo di bimbi fino a 2 anni, nel secondo da 2 a 11 anni.  I bambini fino a due anni devono essere tenuti in braccio, in quanto la compagnia (solitamente) non assegna il posto. Verrà eventualmente assegnato una volta saliti a bordo, se ci sono posti vacanti disponibili.

I NEONATI

Ma andiamo per…… età. Se prendiamo a riferimento il viaggio con i neonati, dobbiamo inanzitutto tenere conto del fatto che molte delle cose che  vi diremo vi sembreranno incredibilmente sembreranno scontate, ma in realtà  non lo sono. Sono tutte dettate da un unica regola: quella del buon senso. Quello che leggerete vi porterà probabilmente a pensare… questo lo so, questo è scontato, ah ok questo è fin troppo facile.  Dobbiamo ricordarci di:

  • Pannolini
  • Copertina
  • Telo Igienico Multiuso
  • Ricambio Completo
  • Salviettine umidificate
  • Bavaglini
  • Ciucciotto

Per quanto riguarda i pannolini, dobbiamo ricordarci di portare un numero di pannolini idoneo all’occassione. Più lunga sarà la tratta del volo, maggiore sarà il numero di pannolini che vi dovrete portare.

Per il cambio dei pannolini vi consigliamo inoltre il telo igienico multiuso.  Il telo igienico multiuso è soffice da una parte e impermeabile dall’altra. Questo vi permetterà la sostituzione del pannolino senza particolari problemi, anche in spazi angusti come i bagni di un aeroplano.

Durante il volo conviene far bere spesso il bimbo, in quanto l’ambiente della’ereo risulta secco e porta a disidratare. Il personale di volo dovrebbe ( purtroppo non sempre è così) attivarsi per scaldarvi il contenuto del biberon. Facendolo bere dal biberon al momento del decollo e dell’atterraggio o allattandolo al seno, si eviterà il fenomeno delle “orecchie tappate”, aiutandolo a sopportare meglio le due fasi.

In alternativa, così come segnalato, per l’atterraggio ed il decollo si può dargli il ciucciotto. Infine è bene portarsi un cambio completo , per cambiarlo mantenendo pulito il bebè. Per quanto riguarda i bavaglini, sono molto utili se dovesse rimettere qualcosa in seguito ai rigurgiti, molto comuni in bimbi piccoli.

Le salviettine umidificate, invece, sono molto utili in molteplici occasioni. Rinfrescarlo, pulirlo durante il cambio, pulire in caso di rovesciamento di liquidi. A proposito…i liquidi da portare in aereo…

Se il liquido è già pronto potrete portarlo in aereo, ma al momento del controllo prima dell’imbarco vi costringeranno ad assaggiare il contenuto del biberon , per essere sicuri si tratti di alimento e non di liquido pericoloso per l’incolumità degli altri passeggeri.

E’ possibile richiedere al momento della prenotazione una “culla”, per evitare per tenere per tutto il viaggio il bimbo sulle vostre gambe. Sono prodotti utili per bambini fino ad 11 Kg circa di peso. Hanno dimensioni relativamente contenuto ( 70 cm x 30 cm circa), ma possono sempre essere utili.

I BAMBINI

Organizzare il viaggio in presenza di bambini un po più grandicelli, che non siano neonati , è decisamente più semplice, se non altro perchè questi riescono a sopportare meglio e senza particolari problemi delle situazioni mai affrontate prima. Nella fascia due/quattro anni, c’è bisogno di qualche accortezza in più, meno per tutti i bambini fino agli 11 anni di età, che vedono solitamente il volo come un avventura divertente.

Dovete di certo stare molto più attenti ai loro giochi preferiti, che li aiuteranno di certo a distrarsi, e potrete quindi affrontare il viaggio con maggiore serenità. Organizzatevi per portarvi dietro disegni, o fogli colorati per distrarli e farli giocare, guardare e colorare. Per questo, vi consigliamo un bellissimo sito, disegnidacoloraregratis.it , da cui stampare disegni e cartoni animati da colorare.

A distrarsi, comunque, ci penseranno da soli. Socializzeranno con gli altri passeggeri, commenteranno le nuvole fuori dal finestrino, vedranno i filmati eventualmente trasmessi sui televisori durante il volo.

Se nel caso di neonati il consiglio era quello di dare loro il biberon in fase di decollo ed atterraggio, quando parliamo di bambini si può optare per una caramella da masticare o succhiare. Con questo accorgimento muovendo la mandibola si aiuta il timpano a non chiudersi evitando il fastidioso mal d’orecchio.

E’ importante inoltre vestire i bambini ” a strati”, chiaramente partendo da una maglietta più leggera fino ad arrivare a qualcosa di più pesante. Questo vi permette di intervenire , nel caso di sbalzi di temperatura in cabina, evento non così raro… Questo va a braccetto con un ulteriore consiglio… non vestite il bambino in base alla vostre precedenti esperienze. Eviterete di farlo tremare dal freddo ( anche se si può intervenire con una copertina) o di farlo schiattare dal caldo!

Elementi comuni e conclusioni….

Vi sono diversi tipi di seggiolini e culle disponibili per viaggiare in aereo,forniti dalla compagnia . Uno è  “l’infant seat” un seggiolino regolabile che si fissa al sedile, utilizzato per bimbi fino a 2 anni ed il “baby cot” per i piccolissimi fino al sesto mese di età. Solitamente non richiedono un costo aggiuntivo, potete chiedere eventualmente informazioni aggiuntive alla compagnia di viaggio, o alla agenzia che vi organizza il volo.

Come detto all’inizio, sono semplicissimi consigli, dettati dall’unica regola da seguire sempre, sopratutto quando abbiamo a che fare con dei bambini: il buon senso.

Tu che ne pensi? Noi speriamo sempre tu possa intervenire in tutte le discussioni di Supervacanza.it, per arricchire il contenuto e dare consigli agli altri utenti. Partecipa attivamente, posta qui sotto le tue impressioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *