Viaggio a Medjugorje – 2° Parte

Viaggio a Medjugorje – 2° Parte

Questo articolo è la seconda “parte del racconto di viaggio”. Se volete leggere la prima parte, se non lo avete ancora fatto CLICCATE QUI

Ancora il primo giorno, dopo un buon pranzo ed un rigoroso sonnellino riposante, vista la nottata trascorsa in pullman, siamo saliti sulla “collina delle apparizioni”, in croato Podbrdo dove 6 ragazzini nel giugno del 1981, hanno avuto l’apparizione della Madonna della pace.

Ah qualche consiglio pratico, portatevi scarpe da ginnastica , comode, perché le salite e soprattutto le discese , sono tutte tra sassi più o meni grossi e non è molto semplice camminare. Comunque tranquilli, anche persone molto anziane sono in grado di farla.

Più di un paio se potete, così da poterle alternare e non rischiare vesciche fastidiose,
Abbondate di calzini, perché la terra rossastra di quel luogo, vi obbligherà a cambiarli spesso.

E per quanto riguarda l’abbigliamento lo consiglio assolutamente comodo, ma ricordatevi che state visitando un luogo sacro, quindi niente calzoncini e canotte, ma pantaloni lunghi, di cotone leggero e magliette che coprano sempre alle donne le spalle.

Tassativo un cappello per la testa e un bastone che vi aiuti nelle camminate (per questo ultimo non è tassativo che ve lo portiate da casa, perché tutti gli hotel ne hanno una buona scorta).

Insomma dopo questa salita, mentre pregavamo il rosario , circa mezz’ora di camminata e ci troviamo davanti questa bellissima statua della Madonna. Non so spiegare, ma è stato uno dei momenti più belli, con gli occhi chiusi , spontaneamente ho iniziato a pregare e a piangere.. ma non erano lacrime tristi.. era lacrime liberatorie.

Il secondo giorno al mattino , ci siamo diretti al santuario della Regina della Pace, per assistere alla messa in italiano che è ogni mattina alle 11,00. Che spettacolo la messa all’aperto, nonostante il caldo , vedere così tante persone pregare , unite .. è magnifico.

Ogni ora che passava cresceva la voglia di pregare in me, in tutto il gruppo aumentava, diventava sempre più naturale prendere il nostro rosario ed iniziare a recitarlo insieme.. e ad ogni rosario ci univamo sempre più.

Ci stavamo preparando psicologicamente alla salita al monte Krizevac, noi eravamo parecchio spaventate sono due ore di salita tra massi , ci sono le 14 stazioni , quindi si effettua una vera e propria via crucis man mano si sale.. è come se si provasse la fatica del Nostro Signore nelle sue ultime ore di vita.. anche questa esperienza è stata fantastica.

Poi al ritorno, una volta rilassati, non vi potete neppure immaginare che risate ci siamo fatti.. ubriachi.. ma non di vino.. di gioia, di vita , di amore…

Tante altre cose abbiamo vissuto, ma adesso tocca a voi.. meglio lasciarvele scoprire da soli..
Io posso soltanto dirvi, che comunque sia siamo tornati tutti diversi.. con più pace e serenità nel nostro cuore.. quindi lo consiglio a tutti una volta nella vita.

Ultimo consiglio importantissimo! Attenzione con i cellulari, le chiamate costano una follia .. e circa 2 euro al minuto e gli sms non sono da meno 1 euro cad. quindi cercate zone servite da wifi e utilizzate soltanto quello!!

Tantissimi i negozi per portare a casa per voi ed i vostri cari, ricordi di questo luogo, accettano carte di credito senza problemi ed invece in contanti, potete pagare in euro

Anticipo a tutti una serena e felice Pasqua.

2 Comments On This Topic
  1. stefania
    on Mar 11th at 11:05

    Il primo viaggio a Medjugorje, nel 2009, mi ha cambiato la vita: da allora almeno due volte all’anno devo ritornare in quel paesino ad incontrare Maria per ringraziarLa di avermi chiamata e di restare, da allora, sempre con me.

  2. MARA
    on Mar 11th at 15:38

    Grazie Stefania.. e si hai ragione.. soltanto chi ci è stato sa cosa vuol dire quel paesino come dici tu.. ed essere accompagnati dalla nostra mamma Maria.. aiuta per sempre.. se hai consigli oppure qualcosa da aggiungere, ti ringrazio, c’è tanto da scrivere su questo luogo magico e meraviglioso..ho dovuto fare un riassunto, perché ne sarebbero venuti almeno 10 articoli! ciao Mara


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *